I fungo a pellet non è più una novità assoluta ma continua ad essere un po’ sottovaluto o comunque un prodotto considerato ancora non del tutto affidabile o rodato. Con questo post vorrei sfatare un po’ questo mito confermando che il fungo a pellet è la reale soluzione all’aumento del costo dell’energia ed allo stesso tempo al problema sempre più grande dell’inquinamento.

La caratteristica principale del fungo a pellet è appunto l’utilizzo del pellet come combustibile, però la paricolarità di WARM è che la fiamma e di conseguenza il calore non sono dati direttamente dalla combustione del pellet, bensì dalla combustione dei gas generati dal pellet che brucia ed uniti all’ossigeno. Questo permette di avere una potenza calorifero molto importante, pari a 11 KW, un consumo di pellet più contenuto, una fiamma pulita e sopratutto senza fumo. Il processo di chiama Pirolisi.

Come si può notare dall’immagine qui sotto, a prescindere dai pellet la fiamma si forma sempre nella parte alta del serbatoio in quanto si crea solo quando il gas entra a contatto con l’ossigeno.

Da cosa è composto?

La struttura del fungo a pellet è abbastanza complicata sebbene sembri semplice in quanto la combustione è data da un giusto equilibrio di aria ed ossigeno nei vari processi che si scatenano. Possiamo comunque riassumere i vari componenti come segue:

1. Camera di combustione: la parte più importante del fungo e composta da svariati elementi brevettati. Viene poi riempita di pellet ed all’interno avviene il processo di pirolisi che poi genera la fiamma

2. Vetro temperato: Il vetro nella parte superiore del fungo serve a contenere la fiamma

3. Ventola a batteria: La ventola serve per appunto creare una ventilazione forzata all’interno della camera di combustione per mantenere una fiamma costante e potente

Cosa resta una volta finita la combustione?

Il residuo una volta finita la combustione si riduce in nemmeno una manciata di polvere che è un ottimo fertilizzante, quindi può essere smaltita senza alcun problema.

Esiste un solo tipo di fungo a pellet?

Esistono vari tipi di fungo a pellet in grado di rispondere a qualunque necessità da parte del cliente. 

Guarda subito i modelli di WARM cliccando qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *