Da sempre siamo abituati a vedere questi classici funghi a gas a riscaldare i dehor esterni dei locali come bar e ristoranti. Solitamente hanno proprio questa forma a fungo e spesso danno anche l’impressione di instabilità, ma a prescindere a mio parere molto brutti da vedere. Direi quindi che il primo punto per il quale non ha alcun senso acquistare un fungo a gas è il fattore estetico.

I FUNGHI A GAS SONO BRUTTI DA VEDERE

Nel tempo hanno anche cercato di renderli più belli grazie a design diversi che hanno portato ad una forma più cilindrica ed omogenea con tanto di fiamma in vista, che li rendono un po’ più belli esteticamente, ma vogliamo parlare della pericolosità del gas? 

I FUNGHI A GAS SONO PERICOLOSI

Le bombole del gas con le quali vengono alimentati questi funghi, come tutti sappiamo, sono molto pericolose e per questo sono soggette ad una normativa stringente per la quale solo personale esperto è autorizzato a movimentarle e per quanto riguarda lo stoccaggio non è possibile nella maggior parte dei casi. 

I FUNGHI A GAS PUZZANO

Ti sarà sicuramente capitato di stare in un dehor che utilizza questi prodotti come riscaldamento e sicuramente ti sarà  capitato di sentire l’odore di gas classico di questo tipo di tecnologia. Se l’hai sentito significa però che il locale non ha rispettato un’altra normativa e cioè quella relativa alla distanza da mantenere tra il fungo ed i tavoli.

I FUNGHI A GAS COSTANO TANTISSIMO

Il lato più tragico di questi prodotti è il lato economico. L’acquisto del prodotto di per se non è impegnativo, ma il costo del mantenimento è davvero alle stelle. Pensa che una bombola generalmente dura un giorno ed il costo medio di una bombola del gas è di 45€, il che significa che un fingo costa circa 1000€ al mese di gas.

Vuoi risparmiare con un fungo di Design e che non inquina?

Scopri i funghi a pellet. Clicca QUI.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *